Salute
Salute

Un'alimentazione corretta per mamme e bambini


Vogliamo contribuire al miglioramento nutrizionale dei bambini dai 6 ai 23 mesi attraverso la promozione di buone pratiche alimentari.

Burundi
Paese (*)
Burundi
Beneficiari
Beneficiari (*)
80.000

Enti finanziatori

Progetto sostenuto con i fondi del Programma Alimentare Mondiale e dell’Ambasciata dei Paesi Bassi in Burundi

Data inizio progetto

Ottobre 2016

Durata

12 mesi

Descrizione
Il Burundi è uno dei paesi africani con il tasso di malnutrizione cronica più elevato al mondo. Secondo l'Analisi Globale della Sicurezza Alimentare, la Nutrizione e la Vulnerabilità, in Burundi (PAM, Febbraio 2014), il 49% dei bambini con meno di cinque anni soffre di malnutrizione cronica, il 5,5% di malnutrizione acuta ed il 25,6% di calo ponderale. Le carenze di micronutrienti nei bambini di età inferiore ai 5 anni e nelle donne in età fertile rappresentano un problema di salute pubblica. Questo progetto, interviene in un contesto molto critico di denutrizione e insicurezza alimentare con l’obiettivo di attuare interventi coerenti con la strategia globale sulla prevenzione della malnutrizione in Burundi. Questa strategia prevede: - Azioni di prevenzione della carenza di micronutrienti e della malnutrizione cronica attraverso la distribuzione di “fortificatori alimentari” ai bambini dai 6 ai 23 mesi e la fortificazione delle farine; - Promozione di pratiche nutrizionali e igieniche appropriate che favoriscano l’utilizzo di prodotti locali; - Attività di prevenzione della malnutrizione concentrate sui primi 1000 giorni di vita del bambino, cioè dalla nascita fino ai suoi primi 23 mesi di vita; - Miglioramento della nutrizione e dell’igiene nelle scuole.
Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è diversificare l’alimentazione delle comunità nelle Province di Bujumbura, Bubanza e Cibitoke e promuovere buone pratiche alimentari insieme al consumo di alimenti “fortificati”.

Attività
  • Distribuzione dei micronutrienti (MNP) a 80.000 bambini dai 6 ai 23 mesi;
  • Formazione degli Agenti di Salute Comunitaria sulla necessità di diversificare la dieta alimentare dei bambini (ANJE) e sull’ utilizzo di MNPs, sull’allattamento materno esclusivo per i primi sei mesi del bambino, sull’alimentazione complementare e sulle nozioni di igiene;
  • Riunioni di coordinamento trimestrali con i responsabili sanitari del Distretto per verificare la copertura di distribuzione delle buone pratiche e il grado di accettabilità da parte della  popolazione;
  •  Produzione di una guida sui menù da adottare nelle mense scolastiche, formulata sugli alimenti locali disponibili per la somministrazione di pasti equilibrati;
  • Formazione del personale docente di 50 scuole primarie sullebuone pratiche alimentari, sui menù equilibrati per i pasti scolastici e la  gestione delle mense scolastiche;
  • Preparazione di materiale educativo sulle tematiche nutrizionali (poster, spot radio);
  • Promozione dell’uso di Moringa Oleifera, pianta tropicale ricca di vitamine, come complemento alimentare da adottare nella preparazione dei pasti per le mense scolastiche  e installazione di vivai all’interno delle scuole.

World street
Diario solidale