Cent’anni dopo il 1917, qual è la mia rivoluzione?

 

“Qual è la tua rivoluzione oggi? Quali sono le domande importanti che vorresti porre alla Commissione europea? Come credi si debba sostenere il cambiamento sociale? Per cosa vorresti impegnarti in Europa?“

Il progetto “My Revolution”- nato all’interno del programma Europe for Citizens-European Remembrance- invita i giovani europei a riflettere su queste domande, ancora attuali nonostante siano passati cento anni dalla rivoluzione del 1917/18, dalla caduta degli imperi e dalla transizione degli Stati a Repubbliche.

Ad aprire il dibattito saranno workshop, conferenze, incontri di advocacy e tavole rotonde realizzate in collaborazione con i centri giovanili. Sessanta giovani tra i 16 e i 20 anni raccoglieranno le proposte formulate in ogni paese.

E poi, durante le conferenze transnazionali che si terranno a Bologna e a Vienna, più di 80 rappresentanti dei giovani coinvolti si incontreranno per discutere le richieste e per scrivere insieme un Manifesto dei Giovani dell’Europa Centrale.

Durante una tavola rotonda a Bruxelles, 20 ragazzi avranno la possibilità di presentarlo ai parlamentari europei, ai tavoli della Commissione Europea e dei rappresentanti permanenti degli Stati Membri.

Per maggiori informazioni e per partecipare al progetto contattare:
sara.alves@gvc-italia.org

 

PROSSIMI EVENTI: 

  • MAGGIO 2018 - #MyRevolution: Esercizi di cittadinanza
    Partecipa ai 3 workshop a Bologna su teatro, musica e arte e vola gratis a Vienna. Scopri come, clicca qui
 

Il progetto My Revolution è realizzato da quattro organizzazioni non governative (GVC-italia, Sudwind-Austria, BRF-Polonia e Focus-Slovenia), l’Informagiovani del Comune di Bologna e l’Istituto per l’educazione di adulti di Vienna (VHS) all’interno del programma Europe for Citizens-European Remembrance.