TTFF Quarantine Edition

In attesa della quattordicesima edizione di ottobre, presentiamo un’edizione online del Terra di Tutti Film Festival per essere al fianco delle persone in questo momento difficile di quarantena. 

Tornano le voci dal mondo invisibile, con una selezione di film dal taglio narrativo incentrato su donne e migrazioni. 3 serate di programmazione gratuita in diretta, 9 film e le testimonianze di registi e operatori.  

In questo periodo di quarantena è ancora più importante offrire una visione del mondo senza confini, con l’idea che solo uno sguardo lucido e reattivo possa farci sentire uniti e vicini.

Nel corso dell’iniziativa verrà presentato il bando della quattordicesima edizione del Terra di Tutti Film Festival, aperto a documentari, animazioni e docufiction da tutto il mondo.  

Per accedere al live streaming basta andare su OPENDDB qualche minuto prima del film che si desidera guardare. 

Programma

Venerdì 17 aprile 

21.15 | In fuga dai conflitti: un racconto siriano.  In collaborazione con Java Film 

Mosul After the War  

Anne Poiret | 2019 | Francia | 60’

Dopo 9 mesi di devastanti guerre civili, Mosul viene finalmente liberata dalla minaccia dell’ISIS. Mosul è una città con un forte significato simbolico: è il luogo in cui è stato proclamato il califfato e rimane la seconda città più grande in Iraq.
Per un anno, il film segue gli sforzi degli iracheni
 per ricostruire la loro città dopo mesi di dominio oppressivo, tra difficoltà e preoccupazioni quotidiane

Sabato 18 aprile 

21.15 | Lo sguardo del cinema italiano sulle migrazioni. In collaborazione con Elenfant Distribution, Prem1ere Film  

Pizza Boy 

Gianluca Zonta | 2019 | Italia | 15′

Saba, un ragazzo della Georgia, lavora come fattorino per una pizzeria a Bologna. Durante il turno serale riceve un’importante telefonata: sta per nascere il suo primogenito. Costretto a finire le sue consegne, Saba attraversa la città freneticamente tra le disavventure, sperando di essere puntuale all’ospedale.

Baradar 

Beppe Tufarulo | 2019 | Italia | 5′

Quando sono costretti a separarsi, Ali, dodici anni, e suo fratello Mohammed, di diciassette, sono in viaggio già da molto tempo. Tre anni prima, a Kabul, una bomba ha distrutto la loro casa e ucciso i genitori, costringendoli a scappare, improvvisamente soli e senza più nulla da perdere. Ma in Turchia, alle porte dell’Europa, le strade dei due fratelli si divideranno… 
Vincitore premio Voci di giovani invisibili Emil Banca al #TTFF13. Finalista ai David di Donatello categoria Miglior cortometraggio. 

Abbassa l’Italia  

Giuseppe Cacace | 2019 | Italia | 15′ 

La notizia scoppia come una bomba. A causa di una mutazione genetica, gli immigrati che vivono in Italia sembrano pesare di più anche quando più magri. Il bel paese rischia di sprofondare? Un giornalista televisivo in cerca di scoop decide di sostenere questa strana teoria. Un mockumentary sulle fake news, i media, la politica, l’Italia.

Where is Europe?  

Valentina Signorelli| 2018 | Italia | 15′ 

Where is Europe?’ esplora il ruolo delle ONG nel Mediterraneo attraverso gli occhi dei membri dell’equipaggio. Il progetto è girato a bordo della nave di salvataggio “Aquarius”, mentre è temporaneamente attraccata al porto di Catania e aspetta di ripartire. Il film racconta le attività in preparazione di ogni missione, la necessità di ripensare il discorso politica riguardo le migrazioni, infine il significato dell’identità europea in tempi di politica internazionale instabile.

22.30 Fuori orario con il Terzo Segreto di Satira e WeWorld  

Following Life 

Il Terzo Segreto di Satira | 2019 | Italia | 30’ 

Il collettivo milanese Il Terzo Segreto di Satira racconta il dietro le quinte del lavoro e della vita dei volontari europeri dell’iniziativa #EUAidVolunteers che operano in Mozambico con WeWorld. Il Paese nel 2019 è stato colpito duramente da due cicloni, che hanno messo in ginocchio una popolazione, soprattutto rurale, già provata dal cambiamento climatico e dalla povertà. 

Domenica 19 aprile  

19.00 | Mai più invisibili: voci di donne dal mondo con WeWorld  

Celles qui restant  

Ester Sparatore| 2019 | Tunisia | 90′

Un gruppo di donne è riunito di fronte al Ministero dell’Interno e all’Ambasciata d’Italia a Tunisi. Impugnano le fotografie dei loro figli, mariti, fratelli. Sono tutti scomparsi cercando di emigrare via mare verso l’Europa, durante la Primavera Araba. Fra queste donne c’è Om El Khir Ouirtatani. Il film la segue attraverso momenti di vita pubblica e privata, nella lotta quotidiana per mandare avanti la famiglia e cercare la verità su ciò che è successo a suo marito. Vincitore premio Voci di donne invisibili, Coop Alleanza 3.0, al #TTFF13.

 È stata Lei  

Francesca Archibugi | 2013 | Italia | 25′

Nel carcere di Regina Coeli si trova Nicola, un giovane architetto che sei anni prima aveva quasi ucciso la moglie, Silvia Regina Orioli, con 11 colpi di crick. Ha un residuo di pena di due anni, quindi può richiedere una misura alternativa alla detenzione. Benedetta Buccellato, la magistrata di sorveglianza a cui è stato assegnato il caso, deve prendere una decisione. Nicola si definisce idoneo e pronto per uscire. La magistrata si attiene ai fatti e alle osservanze scientifiche, anche se il suo sguardo è umano.

 Mothers  

Fabio Lovino | 2016 | Italia | 80′ 

Per raccontare le madri e le donne dei progetti di WeWorld, il fotografo Fabio Lovino ha viaggiato per un anno nei Paesi dove interviene l’organizzazione. Attraverso le immagini e le parole dei protagonisti dà voce ai loro diritti. Da Palermo a Torino, passando per Napoli, dal Benin al Nepal, dalla Cambogia al Brasile, foto e video raccontano una storia comune fatta di coraggio, conquiste e amore quotidiani.

 

L’evento è organizzato da WeWorld in collaborazione con SMK Factory all’interno dei progetti europei  CiakMigrAction e MigratED.

#CiakmigrAction è un progetto europeo che vuole diffondere una narrazione delle migrazioni bilanciata e libera da stereotipi, per contrastare l’aumento delle forme di odio e intolleranza, di diffidenza e paura nei confronti delle diversità. Dando voce ai giovani e ai migranti, coinvolgendo i giornalisti e le istituzioni, Ciak MigrACTION costruisce un’azione di informazione e sensibilizzazione sul contributo positivo delle migrazioni nella società europea, con l’obiettivo di smontare i pregiudizi e promuovere la convivenza e l’inclusione.

#MigratED è un progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale cofinanziato con il Programma Erasmus+, che si propone di diffondere buone pratiche educative sul dialogo interculturale, la migrazione e i diritti umani promuovendo un corretto uso di strumenti digitali e multimediali, per la creazione di una comunità educativa, inclusiva e multiculturale. 

 

 

Pubblicato il 01.05.2020