SETE - L'acqua nel sud del mondo tra emergenza e diritti umani


Nei programmi di GVC l’acqua è “al centro dello sviluppo”. La strategia di azione di GVC sul terreno si basa sul rispetto del territorio e sul coinvolgimento dei suoi abitanti, oltre le differenze culturali e di contesto e oltre le difficoltà di esecuzione tipiche di ciascun ambito d’intervento. GVC, infatti, condivide i principi del Manifesto Mondiale dell’Acqua,secondo cui «L’acqua deve essere riconosciuta dal punto di vista legislativo come un bene comune pubblico e non può essere oggetto di scambio commerciale di tipo lucrativo». L’acqua, elemento fondamentale ed imprescindibile per il benessere delle comunità beneficiarie, è basilare per le pratiche igienico-sanitarie, per la sicurezza alimentare, per l’agricoltura e l’allevamento. L’obiettivo del millennio di dimezzare il numero di persone che non hanno accesso all’acqua e a servizi igienico-sanitari è ancora lontano dall’essere raggiunto: in particolare nell’Africa sub-sahariana 320.000 milioni di persone non hanno ancora l’accesso garantito a questi diritti.

Gli scatti sono del fotoreporter bolognese Luciano Nadalini.

La mostra è disponibile presso la sede di GVC. Per informazioni chiamare lo 051585604.


World street
Diario solidale