Cibo
Cibo

Rafforzare la resilienza delle comunità più vulnerabili rispetto all’insicurezza alimentare e nutrizionale


L'azione contribuisce al rafforzamento della resilienza delle famiglie rurali che vivono in condizioni di estrema povertà attraverso la creazione di un sistema di protezione sociale in grado di dare autonomia ai gruppi più vulnerabili.

Burkina Faso
Paese (*)
Burkina Faso
Beneficiari
Beneficiari (*)
174.400

Partners locali

CRUS - Conseil Régional des Unions du Sahel;

FNGN - Fédération Nationale des Groupements Naam;

Partners internazionali
  • LVIA - Lay Volunteers International Association;
  • CISV - Comunità Impegno Servizio Volontariato;
  • PMM - ProgettoMondo Mlal;
  • IRC;
  • AIDOS - Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo Onlus;  
  • FONDATION TERRE DES HOMMES Italie;
  • CEAS - Centre Ecologique Albert Schweitzer;
  • REACH - Render Effective Aid to Children;
Enti finanziatori

Unione Europea – Trust Fund for Africa

Data inizio progetto

Maggio 2017

Durata

33 mesi

Descrizione
Le regioni del paese coinvolte nel progetto sono caratterizzate da un elevato grado di insicurezza alimentare. Durante i periodi fra un raccolto e l’altro gli abitanti delle zone rurali, a causa dell’insufficiente livello produttivo, sono costretti ad adottare delle strategie di sopravvivenza negative come l’indebitamento, la vendita di animali, la migrazione dei giovani verso le città (o altri paesi) e l’abbandono dei campi per andare a lavorare come giornalieri presso i grandi proprietari terrieri. Questa situazione si rispecchia sullo stato nutrizionale della popolazione. Secondo i dati SMART (Dicembre 2016), il tasso di malnutrizione globale e quello cronico nelle province del Nord e del Sahel sono più alte delle medie nazionali. In queste due aree, meno del 15% dei bambini tra i 6-23 mesi ha accesso ad una alimentazione diversificata e minimamente accettabile; il 42,2% delle famiglie sono povere e il 34,9% estremamente povere. Gli altri principali fattori di vulnerabilità sono: il limitato accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici di base (rispettivamente meno del 50% e del 10%); il degrado dell’ambiente causato dalla pressione demografica e dagli effetti del cambiamento climatico, la presenza di sfollati provenienti dal nord del Mali (sono nel Sahel si registrano 28.800 persone) e l’infiltrazione di gruppi jihadisti Maliani che rendono ancora più fragile gli equilibri locali. Il progetto vuole pertanto rispondere a tale situazione e si inserisce nel quadro dell’Alleanza Globale per la Resilienza (AGIR) definito dal governo del Burkina Faso che, attraverso l’azione coordinata di 9 ONG Internazionali promuove la strategia LRRD garantendo la transizione graduale da un approccio d’emergenza allo sviluppo.
Obiettivi

Obiettivo generale: contribuire al rafforzamento della resilienza delle comunità vulnerabili rispetto all’insicurezza alimentare e nutrizionale nelle regioni del Sahel e del Nord.

Obiettivi specifici:

  • Migliorare l’accesso della popolazione ai servizi sociali di base;
  • Ripristinare e rinforzare i mezzi di sussistenza delle famiglie più vulnerabili per lo sviluppo dell’agricoltura e del piccolo allevamento, così da migliorare  la produzione destinata al consumo alimentare e la sicurezza economica;
  • Promuovere  scambi tra la società civile, le popolazioni vulnerabili e le autorità locali per favorire il dialogo e le buone pratiche con il fine di rinforzare la buona governance della sicurezza alimentare.
Attività
  • Formazione e sensibilizzazione sull’igiene e sull’ANJE - Alimentazione Neonatale e Infantile;
  • Formazione e sensibilizzazione sulla salute materno-infantile e sui servizi di salute sessuale e riproduttiva;
  • Costruzione e risanamento di pozzi e latrine;
  • Trasferimenti monetari e assistenza attraverso buoni alimentari;
  • Riqualificazione di terreni;
  • Supporto alle filiere dell’orticoltura e al rafforzamento delle attività generatrici di reddito familiare al di fuori delle aziende agricole;
  • Rafforzamento delle capacità tecniche e istituzionali delle Municipalità;
  • Promozione del dialogo strutturato tra le autorità  municipali e le popolazioni. 

World street
Diario solidale