Acqua
Acqua

Protezione delle famiglie siriane e libanesi più vulnerabili colpite dalla crisi siriana


Il progetto mira a fornire protezione alle fasce più vulnerabili della popolazione siriana che, a causa del conflitto in corso, sono sfollate nella Valle della Bekaa, fornendo loro adeguate condizioni di vita.

Libano
Paese (*)
Libano
Beneficiari
Beneficiari (*)
15.525

Partners locali

Municipalità di Qasr, Hermel, Al Qaa, Masharii El Qaa, Ras Baalbek, Fakehe, Jdeide, Zeitun, Zabboud, Bejeje, El Ain, Nabi Osmane e Laboue

Enti finanziatori

ECHO - Direzione generale per gli Aiuti umanitari e la Protezione civile della Commissione europea

Data inizio progetto

Maggio 2015

Durata

24 mesi 

Descrizione
Il progetto mira a fornire protezione alle fasce più vulnerabili della popolazione siriana che, a causa del conflitto in corso, sono sfollate nella Valle della Bekaa, fornendo loro adeguate condizioni di vita. Inoltre, l’iniziativa si pone l’obbiettivo di sostenere le comunità ospitanti migliorando e incrementando i servizi pubblici a beneficio sia della popolazione residente che ospitata. Secondo i risultati della ricerca realizzata da GVC, circa il 14% dei beneficiari sono stati identificati come persona con alto grado di vulnerabilità/bisogni specifici. Questi gruppi vulnerabili sono considerati i più esposti alle conseguenze di non adeguate condizioni di abitazione e di un non adeguato accesso all'acqua e ai servizi igienici.
Obiettivi

Aumentare la protezione della popolazione sfollata nel Nord della Valle della Bekaa fornendo una risposta di emergenza basata sui bisogni con l'obiettivo di preservare la vita, prevenire ed alleviare la sofferenza e mantenere la dignità umana.

L'intervento mira a prevenire l'aggravarsi della vulnerabilità in due modi:

- migliorando le condizioni dei rifugi negli insediamenti informali di tende

- assicurando l'accesso all'acqua pulita, una rete fognaria adatta  e impianti idrici e sanitari per le famiglie libanesi e siriane più vulnerabili.

Attività
  • Fornitura di kit d'emergenza (shelter kit) per i rifugi degli insediamenti informali in vista dell'inverno, a favore di 446 famiglie 
  • Organizzazione e manutenzione delle strutture idrico/sanitarie di emergenza: installazione di 20 impianti d'emergenza per la distribuzione dell'acqua
  • Campagna di test sulla qualità dell'acqua
  • Fornitura di un sistema di raccolta dei rifiuti a 120 insediamenti informali
  • Campagne di sensibilizzazione sulle pratiche igieniche
  • Monitoraggio sulla scarsità di acqua

World street
Diario solidale