Ambiente
Ambiente

Piccoli impianti idroelettrici di adattamento al cambiamento climatico


Il progetto mira a promuovere la produzione di energia elettrica tramite fonti rinnovabili, in sostituzione a fonti energetiche fossili inquinanti. Le micro-centrali idroelettriche diventeranno uno strumento di sviluppo per il capitale sociale ed economi

Bolivia
Paese (*)
Bolivia
Beneficiari
Beneficiari (*)
4.950

Partners locali
  • PRODENER - Centro Integral de Desarrollo de Energias Alternativas
Partners internazionali
  • ACRA-CCS
Enti finanziatori

MAE - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Data inizio progetto

Aprile 2014

Durata

36 mesi

Descrizione
La Bolivia è ancora uno dei paesi più poveri del Sudamerica, con un Indice di Sviluppo Umano e un PIL pro-capite che si mantengono bassi. Il tasso di povertà è maggiore nelle aree rurali e le cause si imputano alle scarse opportunità lavorative, al poco valore aggiunto sulle produzioni contadine, oltreché alle problematicità in merito alle fonti energetiche. In queste aree, diversamente dalle zone urbane, solo al 55% del territorio è garantito l’accesso all’energia. Naturalmente il dato influenza negativamente la qualità della vita. Il Sistema Energetico Nazionale boliviano (Sistema Interconectado Nacional - SIN), visti gli elevati costi, non viene esteso alle zone più remote della regione. Ne deriva che le comunità lontane vivano in condizioni precarie e non abbiano le possibilità di avviare iniziative economiche. Il progetto nasce dalle richieste di accesso all’energia elettrica da parte di comunità rurali lontane dal SIN ed è in linea con le priorità di azione settoriale governativa. L’azione si propone, attraverso un approccio comunitario di auto-gestione e di promozione nelle comunità beneficiarie di un servizio elettrico sostenibile dai punti di vista ambientale, finanziario, organizzativo e istituzionale, di contribuire al miglioramento della qualità della vita e all’accesso all’energia elettrica eco-sostenibile, evitando così emissioni di gas serra e quindi mitigando il cambiamento climatico, con la costruzione e l’utilizzo di micro-centrali elettriche (MIC) a scopi sociali ed economici.
Obiettivi

L’Obiettivo generale è quello di contribuire a migliorare la qualità della vita e l'accesso all'energia elettrica creata tramite fonti rinnovabili per le comunità rurali boliviane.

L’Obiettivo specifico è invece promuovere il modello di gestione comunitaria di micro-centrali idroelettriche per 990 famiglie nelle zone rurali dei dipartimenti di La Paz, Cochabamba e Chuquisaca.

Attività
  • Realizzazione delle componenti dei sistemi di MCI;
  • Sensibilizzazione sull'uso razionale dell'energia;
  • Costituzione, organizzazione e legalizzazione dei 10 Comitati di Elettrificazione Locale (CEL);
  • Formazione  degli operatori dei 10 CEL sulla manutenzione del sistema, formazione  dei  membri dei 10 CEL su gestione e amministrazione del sistema e formazione delle 10 comunità individuate sull’uso produttivo dell’energia;
  • Preparazione di manuali pratici per i corsi di formazione, elaborati in base alle esigenze delle comunità;
  • Realizzazione di un corso su progetti di MCI per il personale tecnico del Ministero dell’ Energia;
  • Attivazione di spazi di praticantato per gli studenti dell'Università San Andres;
  • Realizzazione di 3 campagne per radio di sensibilizzazione sull’energia rinnovabile
  • Identificazione di 4 nuovi progetti di MCI;
  • Partecipazione all'Incontro Latinoamericano sulle esperienze di MCI;
  • Realizzazione on demand di 9 studi di fattibilità di progetti che contemplino la generazione di energia rinnovabile mediante MCI;
  • Sistematizzazione e diffusione di buone pratiche in Bolivia e in Europa.

World street
Diario solidale