NUTRIRE IL CAMBIAMENTO

LA MALNUTRIZIONE 

La crisi alimentare del 2012 che ha colpito il Burkina Faso è stata particolarmente grave, con serie ripercussioni su tutta la società, specie tra i bambini e le donne. Metà delle donne, infatti, sono anemiche a causa di un'alimentazione poco diversificata e povera di proteine. Di conseguenza, la malnutrizione infantile diventa la principale causa dell'elevatissimo tasso di mortalità: il 12% dei bambini, alla nascita, pesa meno di due chili e mezzo.

AFFRONTARE L'EMERGENZA

6 mesidi vita
costituisce il periodo più critico per i bambini, poichè incominicia la fase dello svezzamento durante la quale i bambini vengono nutriti solo con una sorta di polenta a base di farina di miglio.
400.000 bambini 
è la stima dei bimbi a rischio di malnutrizione in seguito alla crisi alimentare che ha colpito il Burkina Faso negli ultimi anni.
14 ore al giorno
è l'orario medio di lavoro della donna nella famiglia rurale, indipendentemente dal suo stato di salute.

DARE RISPOSTE ALLA CRISI ALIMENTARE

Sulla base di queste premesse abbiamo messo a punto diversi interventi in risposta alla crisi alimentare, prevedendo:
la formazione del personale medico-sanitario locale; la realizzazione di campagne nei villaggi per curare i bambini malnutriti; la costruzione di nuove strutture ospedaliere, in aggiunta a quelle già esistenti, destinate alla cura dei bambini più gravi e delle loro mamme.
 

RISULTATI E CONTINUITA'

Dal 2012 abbiamo fatto tanto.  
Nello specifico, abbiamo formato oltre 1200 volontari locali che, diventando a loro volta promotori d'igiene e salute, hanno visitato migliaia di bambini durante la realizzazione di 9 campagne porta a porta, individuandone circa 6000 a rischio di morte. Inoltre, abbiamo organizzato circa 450 incontri nei villaggi per fare educazione alimentare e dimostrazioni culinarie, coinvolgendo circa 7 mila persone.
I prossimi anni ci vedono impegnati in Burkina Faso non solo nella lotta alla malnutrizione infantile ma anche nel potenziamento dell'agricoltura, mezzo di sostentamento e strumento di autonomia delle comunità locali.

Credi nel cambiamento?

Un tuo contributo ci aiuterà a rendere autonoma la comunità locale e raggiungere importanti obiettivi della campagna:

Visitare circa 300 mila bambini

attraverso 10 campagne di ricerca di casi di malnutrizione grave nei villaggi.

Aprire un ulteriore Distretto Sanitario

garantendo cure di qualità per i bambini e le loro madri e un tasso di guarigione di oltre il 90%.

La costruzione di nuovi pozzi per l'acqua

e l'acquisto di attrezzature agricole, garantendo una duratura e sostenibile sicurezza alimentare.


  • NUTRIRE IL CAMBIAMENTO