MyRevolution 1989

Artista, fotografo/avideomaker o semplicemente un aspirante attivista? 
Sogni una rivoluzione e sei pronto a impegnarti per il cambiamento?

Se hai tra 15 e i 25 anni, partecipa ai laboratori gratuiti del progetto #MyRevolution. Alcuni dei partecipanti avranno la possibilità di partecipare ad altri incontri in Europa e al Parlamento Europeo

PRIMA TAPPA, ONLINE!

Nelle ultime due settimane di aprile, organizzeremo 3 laboratori online, incentrati rispettivamente su webradio, video e fotografia. Il tema chiave di ogni laboratorio è quello dei muri. Muri storici, come quello di Berlino, e muri odierni, virtuali o reali, che escludono e dividono. La forma artistica-espressiva sarà lo strumento di educazione non formale, partecipativa e interattiva. 

I laboratori saranno gratuiti e organizzati online. Qui il link per iscriversi.

  • WEB RADIO

Giovedì 23 aprile, h 16:00-18:00, 

Oggi più che mai c’è bisogno di un mezzo di comunicazione che sia in grado di dare tridimensionalità ai nostri pensieri, di valorizzare i social network come canale di approfondimento e non solo di perdita di tempo, che rianimi l’uso della parola ponendola alla base di una rivoluzione coraggiosa in noi stessi per provocarla a catena nelle persone che ci ascoltano. 

Giacomo Tarsitano, Radio CAP

Posti disponibili: 20

  • VIDEO

Lunedì 27 aprile, 16:00-18:00

Proprio alla fine degli anni ’80 l'audiovisivo ha subito una trasformazione importante: nascono generi ambigui come il videoclip musicale narrativo, nasce l'idea di pubblicità contemporanea; il cinema racconta sempre meno la realtà, che diventa prerogativa della televisione. L’audiovisivo è un mondo in rapida evoluzione, ha prodotto moltissimi generi, ma ha in sé una forza evocativa che fissa fino a oggi il muro di Berlino come un archetipo di ogni muro e frontiera. 

Posti disponibili: 20

Claudio Tadei, SMK Factory

  • FOTO

Giovedì 30 aprile, 16:00-18:00

Ecco la buona notizia: con il tuo cellulare hai in tasca una fotocamera più nitida di quanto i fotografi professionisti potevano sognare trent’anni fa. Ecco le cattive notizia: puoi scattare solo dal tuo appartamento. Una ricerca sul cambiamento sociale dopo la caduta del muro di Berlino, sulle attuali divisioni in Europa, fino alle nuove barriere createsi dall'isolamento della quarantena. Un laboratorio di fotografia contro il confinamento, per esplorare quelli che sono diventati i nostri nuovi “muri” e trasformarli in contenuti artistici.

Massimo Caracciolo, fotografo freelance e fotoreporter 

Posti disponibili: 20

COME PARTECIPARE

La partecipazione ai workshop è gratuita.  

Richiedi l’iscrizione compilando il form, oppure scrivici a educazione@weworld.it  

È possibile richiedere l’iscrizione a più di un laboratorio. Le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento posti

PERCHE’ PARTECIPARE

I laboratori rappresentano un momento formativo su tematiche chiave per i giovani. Sono il primo step del progetto: in autunno alcuni dei ragazzi aderenti potranno partecipare gratuitamente ad incontri internazionali con altri giovani europei in Polonia, Austria e infine a Bruxelles, dove presso il Parlamento Europeo vi sarà la presentazione delle richieste emerse e raccolte nel “Central European Youth Manifesto”.

Sono contento di aver preso parte a una bella rivoluzione. Michelangelo, Italia

Ho avuto modo di stringere nuovi legami forti, sia con i ragazzi italiani sia con giovani di altre nazionalità, dei quali ho avuto anche modo di capire meglio le prospettive." Hala, Italia

Mi sembrava molto interessante l’idea di esporre i problemi dei giovani al Parlamento Europeo, ai cosiddetti grandi”. Iustin, Romania 

 

Clicca qui per leggere le testimonianze di chi ha partecipato alle edizioni precedenti del progetto MyRevolution 
 

A causa delle disposizioni dettate dall'emergenza COVID, tutte le attività a livello nazionale si terranno su piattaforme online. Gli incontri internazionali previsti saranno tenuti nei tempi e nelle modalità definite dalle misure sanitarie nazionali e internazionali.

 

Il progetto My Revolution è realizzato da quattro organizzazioni non governative (WeWorld-GVC, Italia; Sudwind, Austria; BRF, Polonia; Focus, Slovenia), l’Informagiovani del Comune di Bologna e l’Istituto per l’educazione di adulti di Vienna (VHS) all’interno del programma Europe for Citizens-European Remembrance.

Per maggiori info clicca qui.

 

Pubblicato il 30.04.2020