#MigratED: Educazione alla Cittadinanza Globale attraverso la tecnologia


MigratED è un progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale che diffonde buone pratiche educative su dialogo interculturale, migrazioni e diritti umani formando insegnanti ed educatori su questi temi e sull’uso di strumenti digitali e multimediali nella didattica.

Il progetto coinvolge i giovani e la comunità educante in una campagna di sensibilizzazione digitale per la promozione di una cultura della condivisione e dell'accoglienza in Italia, Portogallo, Slovenia, Cipro e Grecia.

Nel 2018, i partner del progetto MigratED hanno mappato oltre 400 organizzazioni europee, informandole sugli obiettivi del progetto e sulle attività previste, ed anche invitandole a partecipare ad un'analisi dei bisogni di formazione. Dalla suddetta analisi, sulla base della quale sono stati strutturate le formazioni e le attività di capacity building rivolte alle figure professionali del sistema educativo, si sono estrapolate le seguenti raccomandazioni:

  • Necessità di supportare gli insegnanti e gli operatori del settore con metodologie innovative applicate ai temi dell’ECG (Educazione alla Cittadinanza Globale)
  • Necessità di sviluppare nuovi approcci didattici per promuovere un uso quotidiano e pragmatico delle tecnologie digitali come strumenti per affrontare le tematiche dell’ECG nei contesti educativi sia formali che non formali.
  • Necessità di permettere ai partecipanti di condividere buone pratiche creative sull’uso delle tecnologie digitali per l’ECG
  • Necessità di promuovere un approccio multidisciplinare e basato su metodologie didattiche combinate

Sulla base dei bisogni identificati, a gennaio 2019 è stato realizzato un Training of Trainers (formazione di formatori) internazionale, che ha riunito circa 40 operatori dell’ambito dell’educazione formale e non formale, i quali sono stati formati sulla gestione della diversità nel settore dell’istruzione; sui media e strumenti digitali da utilizzare nell’Educazione alla Cittadinanza Globale; su come includere cambiamento climatico, sviluppo sostenibile e migrazioni nelle pratiche educative; infine, sull’educazione ai media e sul video partecipativo come strumento didattico.

In continuità con le formazioni internazionali, ad ottobre 2019 WeWorld-GVC ha organizzato due cicli di formazione a livello nazionale, rivolti a educatori e insegnanti, sui temi della migrazione, dei diritti umani, dell'educazione ai media e degli strumenti multimediali per la didattica, con un focus specifico sul video partecipativo come strumento educativo e d’inclusione.

Le formazioni sono state realizzate in collaborazione con il Centro Interculturale CDLEI del Comune di Bologna, la Cooperativa Sociale C.S.A.P.S.A. 2 e SMK VideoFactory, casa di produzione audiovisiva indipendente.

I prossimi step del progetto MigratED prevedono attività rivolte a ragazzi italiani e stranieri, volte allo sviluppo di competenze interculturali e capacità di analisi critica, nonché azioni di sensibilizzazione per una scuola più inclusiva attraverso l’educazione alla cittadinanza globale e gli strumenti multimediali.

Maggiori informazioni e materiali del progetto MigratED:

  • Report complessivo dell’analisi dei bisogni, disponibile in lingua inglese qui.
  • Report nazionale dell’analisi dei bisogni, disponibile in lingua inglese qui.
  • Report dei Training of Trainers, disponibile in lingua inglese qui.
  • Video delle sessioni formative, disponibili in lingua inglese qui.
  • Report delle formazioni nazionali, disponibili in italiano qui.
  • Clicca qui per leggere le linee guida.

 

Per maggiori informazioni e per i materiali didattici, si prega di scrivere all’indirizzo: educazione@weworld.it

 


World street
lavora con noi