MedBarometer

L’Osservatorio di Pavia, prestigioso istituto di ricerca indipendente specializzato nell’analisi dei media, ha pubblicato lo  studio MedBarometer, volto ad analizzare le caratteristiche del mercato audiovisivo in Tunisia, Marocco, Libano, Egitto, Giordania e Palestina.

Condotta in particolare sui giovani e  sulle persone che vivono nelle aree rurali del Mediterraneo, si presenta come una sorta di termometro delle abitudini e dei consumi della popolazione per stabilire quali siano i cambiamenti prodotti dalle proiezioni degli audiovisivi negli spettatori, con particolare attenzione ai film che trattano tematiche sociali e di genere.

La ricerca è stata realizzata all’interno del progetto MedFilm4All di GVC, gestito in partnership con COSPE, APIMED - International Association of Independent Producers of the Mediterranean, Arab NGO Network for development e MENA Media Monitoring, ed è stata co-finanziata dall’Unione Europea.

Il progetto intende creare massa critica attorno alle produzioni audiovisive e renderle fruibili da un pubblico sempre più numeroso, privilegiando le aree rurali, per indurlo a riflettere sulla parità di genere e su temi sociali importanti per il Mediterraneo.

Sulla base dell’analisi dei dati della ricerca « MedBarometre », infatti, GVC potrà suggerire alle realtà che appartengono alle organizzazioni della società civile delle strategie appropriate per integrare, attraverso iniziative di sensibilizzazione, le loro politiche volte a promuovere l’uguaglianza di genere nelle produzioni audiovisive

Per visualizzare la ricerca, clicca qui

Per informazioni su MedFilm4all, contattare la coordinatrice del progetto Valentina Tartari valentina.tartari@gvc-italia.org

Le opinioni espresse sui materiali di comunicazione rappresentano il punto di vista degli autori e non riflettono in alcun modo il parere dell’Unione Europea.



World street
Diario solidale