EAS
EAS

La mia rivoluzione - Riflessioni del 1968 per la gioventù di oggi


Promuove la cittadinanza europea e incoraggia la partecipazione civica e democratica dei giovani, consentendo loro di condividere e portare al Parlamento europeo le richieste di cambiamento.

Italia
Paese (*)
Italia
Beneficiari
Beneficiari (*)
295

Partners locali

Informagiovani del Comune di Bologna.

Partners internazionali

Sudwind (Austria);

Fundacja Kupuj Odpowiedzialnie (Polonia);

Focus drustvo za sonaraven razvoj (Slovenia);

Die wiener volkshochschulen gmbh (Austria).

Enti finanziatori

Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura - EACEA.

Data inizio progetto

Settembre 2018

Durata

18 mesi

Descrizione
In un contesto europeo in continuo cambiamento ed esposto a nuove sfide, i giovani europei sentono il bisogno di capire le dinamiche internazionali ed esserne protagonisti attivi. Il progetto My Revolution 1968 ha l’obiettivo di fornire a giovani provenienti da Italia, Slovenia, Austria e Polonia e per lo più da ambienti sociali svantaggiati, degli strumenti di comprensione dell’Unione Europea e della sua diversità, analizzando i movimenti, le proteste e le riforme avvenute nel 1968 per comprendere meglio le realtà attuali. Inoltre l’azione offre la possibilità ai giovani di partecipare e creare un dibattito transnazionale attraverso incontri online e presenziali tra i partecipanti europei nonché di interfacciarsi direttamente con i decisori politici al Parlamento Europeo a Bruxelles, dove verrà presentato un Manifesto con le richieste congiunte di cambiamento, contribuendo così al rafforzamento della cittadinanza europea e incoraggiando la partecipazione democratica e civica dei futuri leader.

World street
lavora con noi