Ambiente
Ambiente

Disastri Naturali & Comunità preparate e resilienti



Guatemala
Paese (*)
Guatemala
Beneficiari
Beneficiari (*)
35.936

Partners locali

CEDEPEM – Centro Experimental Desarrollo Pequeña y Mediana Empresa

ASB - Arbeiter-Samariter-Bund

Partners internazionali

COOPI - Cooperazione Internazionale

Enti finanziatori

ECHO - Commissione Europea

Data inizio progetto

Aprile, 2016

Durata

18 mesi

Descrizione
L’azione proposta riguarda 20 comunità rurali a elevato rischio sismico nei Dipartimenti di Quetzaltenango e Totonicapán. Le comunità sono stanziate nella striscia geografica che attraversa il Corridoio Arido, colpito da siccità cronica, frane, gelo, incendi boschivi e tempeste di media e intensa scala. Queste comunità, indigenti e vulnerabili, hanno una capacità di reazione a eventi traumatici estremamente bassa. L'intervento è finalizzato al coinvolgimento della popolazione nella gestione delle catastrofi naturali e nelle fasi di recupero e di ricostruzione. Inoltre, il progetto si propone di sostenere le famiglie vulnerabili nell’attuare azioni per incrementare la protezione, l'adattamento e il recupero di beni economici e per rafforzare il sostentamento contro le calamità e gli effetti dei cambiamenti climatici.
Obiettivi

L’Obiettivo Generale è di contribuire alla riduzione del rischio dato da disastri naturali, consolidando le istituzioni e coinvolgendo la società civile dell’altopiano Ovest del Guatemala.

L’Obiettivo Specifico è il rafforzamento della capacità di gestione del rischio e della resilienza dei gruppi più vulnerabili delle 4 Municipalità indigene nei Dipartimenti di Quetzaltenango e Totonicapán.

Attività
  • Progettazione e realizzazione di uno studio - iniziale e finale - su conoscenze, atteggiamenti e pratiche (KAP);
  • Formazione sulla Gestione Integrata del Rischio Catastrofi, indirizzato al personale locale - in collaborazione con l'Unità di Preparazione SE-CONRED, all'interno di PRONEGIR;
  • Realizzazione di sistemi di mitigazione di piccole dimensioni per proteggere i mezzi di sussistenza a livello comunitario e di follow-up tecnico;
  • Istituzione di un Sistema di Allarme Rapido contro la siccità e l'insicurezza alimentare basato sulla metodologia del "Sito Sentinella" (Sitio Centinela);
  • Supporto alla ENATESARO – Escuela Nacional de Técnicos en Salud Rural de Occidente - sul rafforzamento della resilienza comunitaria rivolto a Tecnici della Rural Community Health.

World street
Diario solidale