Terra di Tutti Film Festival

Come GVC siamo convinti che la cooperazione internazionale abbia bisogno di un lavoro di educazione e sensibilizzazione in Italia e in Europa per sviluppare nel “Primo Mondo” un pensiero critico, sfidare gli stereotipi e dare agli individui non solo le informazioni ma anche le competenze e la fiducia necessarie per sostenere il cambiamento verso un mondo più giusto e sostenibile.

In quest’ottica organizziamo dal 2007 a Bologna il Terra di Tutti Film festival, rassegna di cinema sociale, con l'obiettivo di dare visibilità a paesi, comunità e lotte sociali che purtroppo spesso rimangono "invisibili", e denunciare le violazioni dei diritti umani.

Partecipano al #TTFF le opere audiovisive di diverso genere e formato, che hanno al centro la lotta per l'uguaglianza dei diritti e di genere, la difesa della libertà, la cittadinanza attiva, la coscienza ambientale ed ecologica.

Il Terra di Tutti Film festival vuole offrire visioni del “sud” (ovunque esso sia) senza retoriche, censure o pietismi, ma con l’idea che solo uno sguardo lucido, reattivo e mai rassegnato delle realtà che ci circondano possa portare a cambiare il presente ed inventare il futuro. Anche attraverso il cinema. 

 

PREMIAZIONI TERRA DI TUTTI FILM FESTIVAL

PREMIO LO PORTO, per il miglior prodotto audiovisivo per i diritti umani e in difesa della pace. Il premio è dedicato al collega e amico Giovanni Lo Porto, ucciso da un raid ad opera dei droni USA mentre si trovava in ostaggio dei talebani in Pakistan, il 15 gennaio del 2015.

PREMIO SENNI, per il miglior audiovisivo su sviluppo sostenibile e lotta alla povertà, dedicato alla memoria del cooperante e agronomo Benedetto Senni, scomparso in Africa alcuni anni fa. Componenti della giuria: il direttivo dell’associazione Premio Benedetto Senni, in collaborazione con il giornalista Stefano Liberti.