Cambogia, GVC organizza la mostra Human Cost

In occasione della Giornata internazionale dei migranti, il 18 Dicembre, il fotogiornalista freelance George Nickels e GVC rendono omaggio ai migranti e alle loro famiglie, raccontando le loro storie. “Human Cost” è una selezione di ritratti fotografici che sono stati scattati nel 2016, durante le visite effettuate insieme agli operatori di GVC in diverse province della Cambogia, grazie ad un progetto co-finanziato dall’Unione europea. La mostra sarà inaugurata il 18 dicembre e sarà aperta fino al 29 a Siem Reap, in Cambogia.

English version

 

Ogni anno, centinaia di migliaia di cambogiani partono per la Thailandia in cerca di lavoro. Sono alla ricerca di opportunità lavorative che possano consentire loro di sopravvivere e di sostenere le loro famiglie. Spesso, però, le loro aspettative vengono deluse. In diversi casi, finiscono per migrare in modo irregolare e per cadere nelle mani di sfruttatori senza scrupoli. Cambogia e Thailandia hanno messo in campo diverse misure per contrastare il traffico di esseri umani e lo sfruttamento lavorativo dei migranti. Ad ostacolare la volontà dei migranti di affidarsi a canali legali per la migrazione, però, sono soprattutto la complessità dell’iter giuridico e i tempi e i costi delle procedure burocratiche. Povertà e difficoltà economiche rendono i cambogiani sempre più soggetti allo sfruttamento e al traffico di esseri umani. In tanti partono senza documenti o spesso in possesso di quelli sbagliati, affidando le loro vite a brokers senza scrupoli che promettono loro un viaggio sicuro o garanzie economiche e condizioni di vita migliori per posti di lavoro inesistenti. Molte delle vittime non sanno dove verranno condotte e che tipo di lavoro andranno a svolgere. Tuttavia, in alcuni casi i migranti sono fortunati: il loro datore di lavoro li paga regolarmente, non trattiene i loro documenti e li rimborsa in caso di incidente. Tanti altri, invece, non lo fanno. Il fotogiornalista George Nickels ha conosciuto diversi migranti cambogiani rientrati in patria e le loro famiglie, durante i gruppi di auto aiuto organizzati grazie a GVC, che si tengono in diverse località in cinque province del paese. Gli incontri consentono ai migranti rientrati in patria di raccontare la loro esperienza e di aiutare a promuovere pratiche regolari di migrazione.

 

George Nickels è un foto giornalista freelance che ha dedicato la sua carriera a raccontare i conflitti sociali e i bisogni umanitari in Asia. I suoi lavori vengono pubblicati su megazine e giornali di tutto il mondo.

 

GVC è una organizzazione non governativa che ha iniziato a lavorare in Cambogia nel 2006. Da allora, ha dedicato tutti i suoi sforzi alla promozione dei diritti delle comunità più vulnerabili. In particolare, dal 2013, lavora nella prevenzione dei rischi per i migranti che scelgono la migrazione irregolare. In Cambogia, collabora con l’Anti Trafficking Committee e con diversi altri attori coinvolti nella lotta allo sfruttamento e al traffico degli esseri umani.

 

HUMAN COST
Una mostra di George Nickels, realizzata in collaborazione con GVC e finanziata dall’Unione europea

Inaugurazione: 18 Dicembre alle 18
Orari e giorni di apertura della mostra: dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 18
Dove: Street. 27, Wat Bo Road, Siem Reap, Cambogia
Ingresso libero
Scopri di più sull’evento Facebook

Pubblicato il 18.12.2017