Emergenza
Emergenza

Assistenza e gestione della crisi alimentare nel Corridoio Arido Guatemalteco


Il progetto mira a garantire assistenza alimentare. Vanno inoltre stabilite le priorità nei Dipartimenti Guatemaltechi maggiormente colpiti dalle siccità ricorrenti e identificate le famiglie più vulnerabili che non sono state assisti

Guatemala
Paese (*)
Guatemala
Beneficiari
Beneficiari (*)
17.100

Partners internazionali

•         ACF Es - Fundación Acción contra el Hambre

•         Trocaire - Irish Catholic Agency for Development

•         TSF - Telécoms Sans Frontière

•         MdM - Medicos del Mundo

•         Arbeiter-Samariter-Bund

Enti finanziatori

EU – ECHO 

Data inizio progetto

15/04/2017

Durata

18 mesi

Descrizione
La crisi alimentare che nel 2014 ha colpito le comunità stanziate nei pressi del Corridoio Arido Guatemalteco ha avuto ripercussioni significative anche nel corso del 2016 - a causa delle irregolarità climatiche, della diminuzione delle colture di grano per la sussistenza e della mancanza di opportunità di lavoro. Il Consorzio delle ONG propone la continuazione delle attività inerenti al trasferimento economico per 2.000 famiglie beneficiarie estremamente vulnerabili, stanziate nelle zone individuate. L’assistenza sarà fornita nei periodi di maggior insicurezza alimentare (maggio-luglio) del 2017 e del 2018. Questa occasione sarà anche il modo per dare valore aggiunto alle Municipalità – vista l’assenza di politiche pubbliche nazionali equivalenti. Le Municipalità saranno coinvolte, insieme ai Ministeri e alle Agenzie di Cooperazione, in merito alla promozione di reti di protezione sociali. Nell'ambito nutrizionale, il progetto continuerà a fornire supporto ai servizi sanitari al fine di fare ricerca attiva nei casi di malnutrizione infantile acuta. Allo stesso tempo saranno fornite linee guida aggiornate, da considerare integrative dei protocolli nazionali, per l'identificazione e il trattamento della malnutrizione acuta. Infine, come terza componente di progetto, sarà richiesto da ECHO di concerto con il Consorzio delle ONG, un mandato per le attività di advocacy.
Obiettivi

L'Obiettivo Generale è quello di contribuire a migliorare la sicurezza alimentare e nutrizionale delle famiglie del Corridoio Arido Guatemalteco che vivono in situazione di  vulnerabilità estrema, coprendo le loro esigenze alimentari di base e aumentando la resilienza comunitaria e istituzionale.

L'Obiettivo Specifico è migliorare la situazione della sicurezza alimentare e nutrizionale della popolazione vulnerabile stanziata nei pressi del Corridoio Arido Guatemalteco, durante i periodi di carestia stagionale, attraverso un’assistenza umanitaria più efficace, coordinata dalle istituzioni pubbliche e dalle comunità.

Attività

- Creazione del Comitato Inter Istituzionale per la gestione dei progetti, per stabilire le priorità delle comunità;

- Convalida delle famiglie beneficiarie, utilizzando criteri speciali di vulnerabilità come la presenza di disabilità e le esigenze degli anziani;

- Assistenza alimentare attraverso il trasferimento monetario e monitoraggio delle famiglie; monitoraggio dell'impatto dell'assistenza alimentare rispetto alle strategie di sopravvivenza e al consumo di cibo delle famiglie beneficiarie rispetto a quelle non beneficiarie.

- Progettazione di piani inter istituzionali nei distretti sanitari per migliorare la ricerca e il trattamento dei casi riguardanti i bambini affetti da malnutrizione acuta;

-  Avvio di uno studio sul legame tra il deperimento e l’arresto della crescita e le sue implicazioni rispetto alla malnutrizione; disseminazione dei risultati dello studio suddetto ed emanazione di raccomandazioni al fine di aggiornare i protocolli di identificazione e trattamento di bambini affetti da malnutrizione acuta;

- Rafforzamento, sistematizzazione e diffusione delle metodologie comunitarie e comunali più importanti per la gestione delle informazioni sulla sicurezza alimentare e nutrizionale applicate al Corridoio Arido Guatemalteco e alla sua connessione con l'attuazione di azioni di preparazione alla siccità, risposta umanitaria e assistenza alle famiglie e alle persone con esigenze particolari;

- Rafforzamento, sistematizzazione e diffusione di azioni volte a migliorare la resilienza dei mezzi di sussistenza basati sulla produzione agricola da parte delle comunità del Corridoio Arido;

- Studio e diffusione delle strategie di sopravvivenza delle famiglie in situazioni di insicurezza alimentare data dalla migrazione e dall'accesso a forme occupazionali temporanee;

 - Istituzione del Laboratorio Nazionale in merito alla promozione di reti di protezione sociali per la prevenzione e la risposta a crisi alimentari ricorrenti, con particolare attenzione alla diffusione delle esperienze progettuali e di gestione di tipo comunitario e municipale.


World street
Diario solidale