´╗┐Assicurare le connessioni nello sviluppo umanitario

I volumi, i costi e i tempi dell'assistenza umanitaria, come effetto della tendenza naturale delle crisi a protrarsi, ha dato maggiore visibilità alla discussione ormai di lunga data intorno allo scopo ideale di raggiungere una migliore connessione tra gli sforzi umanitari e quelli di sviluppo. Alla World Humanitarian Summit (WHS) si sono imposte nella discussione le necessità di rafforzare il vincolo di sviluppo umanitario e di superare vecchi ostacoli che riguardano attitudini, immagine istituzionale e ricerca di fondi. Il compromesso all’azione sottoscritto alla WHS si rifà nello specifico al perseguimento di risultati collettivi per prevenire un peggioramento dello scenario umanitario in ogni suo punto e per ridurre in modo sostenibile i livelli in cui è necessario prestare assistenza umanitaria alle persone. Nonostante l’avvento di nuovi concetti come il New Way of Working oppure il Nexus, ancora non sembra del tutto chiaro cosa significhi veramente lavorare in modo collaborativo per ottenere risultati collettivi. Ad esempio, cosa s’intende per un risultato collettivo relativo alla protezione? In più, non è chiaro che cosa le diverse organizzazioni intendano per risultati collettivi. In questo contesto, scopo della tavola rotonda sarà discutere su quale sia il significato di questi concetti e come possano essere resi operativi sul campo. Per raggiungere il traguardo, lo scambio è un’opportunità di condividere esperienze, stimolare l'apprendimento in gruppo e contribuire al dibattito internazionale sulle fondamenta di strategie di intervento comune.

Il workshop è co-finanziato dall'iniziativa EU Aid Volunteers dell'Unione Europea.

 

QUANDO: 6 maggio, 14.00 – 18:00

DOVE: Rue d’Edimbourg 26, Bruxelles

 

AGENDA

14.00 – 14.30 Caffè di benvenuto

14.30 – 15:00 Inizio dei lavori e moderazione: VOCE

15:00 – 16:00 Invitati, relazioni principali: NOHA, Cristina Churruca; DEVCO Patrick Rabe;  ECHO, To be confirmed; WeWorld GVC, FrancescoMichele;

16:00 – 16.30 Q&A

16.30 – 16.45 Pausa caffè

16.45 – 17:15 CPA Presentation: Francesco Michele & discussant: Enrique Eguren (Deusto University) "Working Together through Evidences: The Community Protection Approach”. Nello spirito del dibattito, WeWorld-GVC presenta il “Handbook of the Community Protection Approach” recentemente pubblicato, un contributo per stabilire un sistema affidabile e basato sulla protezione per rendere operativa il vincolo tra umanitario e sviluppo.

17:15 – 17.45 Q&A

17.45 – 18.30 Cocktail

 

Organizza: WeWorld-GVC

Co-promoters: NOHA

 

Contatti:

cpa@gvc.weworld.it
francesco.michele@gvc-italia.org
stefano.piziali@weworld.it
  Mob. +39 335 6874854

 

 

Pubblicato il 06.05.2019